Donazioni

 

I dati per le donazioni saranno presto online

Protocollo Corpo forestale dello Stato- Associazione Le Bollicine

13 gennaio cavalli CFS con assessore e ragazzi 13 gennaio firma protocollo13 gennaio 2015

 

 

 

“LE BOLLICINE” E IL CORPO FORESTALE DELLO STATO INSIEME

PER IL RECUPERO E L’AUTONOMIA DEI DIVERSAMENTE ABILI

Presentata stamani a Palazzo Berlinghieri, con la presenza del Prefetto Renato Saccone, l’azione di forte valenza sociale sostenuta dal Comune di Siena

 

Solidarietà, sensibilità e un forte senso di partecipazione e attaccamento al tessuto sociale della comunità. Sono questi i valori fondanti della collaborazione attivata tra l’associazione sportiva senese “Le Bollicine” e l’Ufficio territoriale per la Biodiversità (UTB) del Corpo Forestale dello Stato, che stamani hanno presentato e sottoscritto, in una conferenza stampa ospitata dal Comune di Siena alla quale ha partecipato anche il Prefetto Renato Saccone, un protocollo di intesa per la sperimentazione di attività socio-educative e sportive equestri finalizzate al recupero e all’autonomia delle persone diversamente abili.

E’ stata l’assessore al Sociale Anna Ferretti ad aprire l’appuntamento, con i saluti istituzionali e i ringraziamenti <<per un’operazione che denota una profonda attenzione per le persone più svantaggiate, in un momento in cui è più che mai importante collaborare e attivare sinergie tra pubblico e privato per dare risposte concrete ai bisogni dei cittadini>>. Un concetto ribadito dal prefetto Saccone, che ha definito questa iniziativa <<un seme importante che rafforza la fiducia tra istituzioni e cittadini>>.

Grazie agli accordi sanciti nel protocollo, le attività sportive equestri per diversamente abili, promosse da oltre 20 anni dall’associazione “Le Bollicine”, alle quali partecipano circa 40 persone in età compresa tra i 5 e i 55 anni, potranno avvalersi dell’importante sostegno logistico e organizzativo del Corpo Forestale dello Stato, a partire dalla messa a disposizione di risorse umane e personale, di cavalli e asini e delle proprie strutture all’interno degli spazi incantati delle riserve naturali. Gli utenti dei corsi di equitazione potranno, inoltre, partecipare a soggiorni di breve durata e praticare attività equestri in ambienti esterni non usuali, in modo da valorizzare le competenze acquisite e favorire il rafforzamento dei percorsi di autonomia individuale.

<<Il messaggio più importante che vogliamo trasmettere con questa azione – ha specificato Letizia Cambi, coordinatrice delle attività socio-educative dell’associazione – è quello di speranza per le famiglie: ovvero, che siamo in grado di creare opportunità importanti anche a Siena per il recupero degli handicap motori, fisici e sensoriali. Presentiamo oggi il frutto di una collaborazione maturata in una logica di rete tra le risorse pubbliche e private del nostro territorio, con la quale vogliamo incentivare i ragazzi che frequentano i nostri corsi a rimodularsi e a mettersi in gioco, anche in attività di gruppo, per valorizzare ulteriormente i propri percorsi di acquisizione di autonomie. Il Protocollo darà continuità ad una sperimentazione avviata grazie alla realizzazione di un progetto finanziato dal CESVOT ,” Naturalmente a cavallo- equitazione e integrazione”, che ha permesso di organizzare attività di equitazione e trekking in ambienti esterni , mediante percorsi educativi individualizzati finalizzati a creare maggiori opportunità di relazione per i ragazzi delle Associazioni proponenti>>.

<<E’ infatti fondamentale – ha aggiunto Francesca Poggiani, presidente de “Le Bollicine” – che l’associazione non si chiuda su sé stessa, ma che sappia attivare collaborazioni come questa per dare maggiore respiro alle proprie azioni e valorizzare il lavoro dei nostri istruttori, davvero encomiabili in termini di impegno e risultati ottenuti>>.

Il concetto del “fare comunità” ha costituito anche l’elemento cardine di quanto espresso dal comandante regionale per la Toscana del CFS, Giuseppe Vadalà, che ha sottolineato, <<come valore aggiunto, l’importanza di farsi percepire vicini ai propri territori di riferimento, mettendo a disposizione risorse e servizi anche oltre le nostra missione istituzionale di tutela dell’ambiente e dei valori di biodiversità delle aree naturali>>.

<<Grazie a questa convenzione – ha aggiunto Carlo Saveri, capo dell’UTB di Siena – il patrimonio di animali e di strutture di cui disponiamo, in ambito provinciale, potrà essere messo a disposizione di azioni che abbiano ricadute positive sulla collettività>>.

Riconoscimenti e congratulazioni anche da parte del presidente provinciale del CONI, Roberto Montermini, che ha offerto <<qualsiasi eventuale forma di collaborazione per la riuscita di questa iniziativa di qualità, così come per ogni altra che sia finalizzata ad affermare il senso di attaccamento comunitario e territoriale della collettività senese>>.

How useful was this post?

Click on a star to rate it!

Average rating / 5. Vote count:

No votes so far! Be the first to rate this post.

No Comments

Post A Comment