Si è concluso il progetto finanziato dal CESVOT “Il meraviglioso mondo di Tosca: attività di rieducazione equestre e percorsi educativi alla scoperta del cavallo”.

L’Associazione Sportiva Le Bollicine, in rete con A.Se.Do e Associazione Pubblica Assistenza di Siena, ha concluso il progetto “Il meraviglioso mondo di Tosca: attività di rieducazione equestre e percorsi educativi alla scoperta del cavallo”

Il progetto,realizzato nell’ambito del Bando per il Volontariato 2017 finanziato dal CESVOT, ha promosso attività a contatto con i cavalli e gli animali per facilitare la relazione, il clima di coesione nel gruppo e stimolare i ragazzi. Lo scopo è stato l‘acquisizione di maggiori autonomie personali e sociali. Il percorso educativo è stato finalizzato a creare maggiori opportunità, per stimolare sia i ragazzi che frequentano i percorsi di rieducazione equestre da alcuni anni , sia persone che possono avere l’interesse ad entrare in contatto per la prima volta con le terapie assistete con gli animali . Le attività hanno visto i ragazzi impegnati in approcci personalizzati con la finalità di favorire la relazione, il contatto e il gioco, con animali di diversa taglia, fino alla guida e gestione autonoma del cavallo in maneggio e /o in contesti diversi.

L’iniziativa ha coinvolto 40 persone con disabilità intellettive, sensoriali e plurihandicap di età compresa tra i 12 e i 55 anni residenti nei Comuni della Zona Senese e alta val d’Elsa. Grazie alla collaborazione avviata con i Carabinieri -Corpo Forestale dello Stato, è stato possibile utilizzare le riserve del Corpo forestale per la realizzazione di attività equestri ed esperienze di residenziali, in luoghi meravigliosi tutti da scoprire, come la Riserva Naturale di Cornocchia ,del Belagaio ed il Parco naturale della Feniglia. L’associazione Pubblica Assistenza di Siena invece, ha contribuito alla realizzazione del progetto attraverso un percorso di comfort dog , coinvolgendo i ragazzi di tutte le età nella relazione con i cani.

L’idea era di sviluppare percorsi educativi attraverso lo scambio di esperienze, tra la rete delle associazioni proponenti ed i partner pubblici e privati, con lo scopo di creare maggiori opportunità alle persone diversamente abili, valorizzando le risorse presenti nel territorio e promuovendo attività che favoriscano uno stile di vita sano basato sul rispetto dellambiente e sul valore educativo della relazione con gli animali.

Il progetto ha permesso ad ognuno di essere protagonista attivo della propria esperienza, rinforzando cosi la motivazione per dare continuità al percorso di crescita personale e vedere espresse le proprie potenzialità. .

Le Associazioni coinvolte hanno potuto contare sulla preziosa partnership di pubblici e privati: Studio Fotografico Sampoli Andrea snc, AUSER COMUNALE DI SIENA, Comune di Sovicille, Corpo Forestale dello Stato – Ufficio per la Biodiversità, Società della Salute Senese, Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti. Grazie alla sinergie attivate , Le Bollicine proseguiranno le loro attività con ed insieme ai cavali, anche dopo la conclusione del progetto, grazie alle sinergie attivate con i Carabinieri Corpo Forestale dello Stato, con cui sono in programma percorsi equestri ed uscite nelle Riserve Naturali.

Tre giorni di scambio tra Casa Clementina el la Fondazione Down di Pordonene.

Una delegazione di sette ragazzi con disabilità intellettiva e due educatori sono stati ospiti dell’Appartamento di Via Mattioli 23, sede del progetto di Vita indipendente realizzato dalle Associazioni Le Bollicine, Asedo e Pubblica Assistenza Siena, grazie alla collaborazione di Asp Città di Siena. Il progetto nasce dall’esigenza di ricercare momenti di scambio e condivisione con realtà del territorio nazionale che hanno maturato e consolidato progetti sul Dopo di e i volontari che gestiscono l’esperienza senese. La Fondazione friulana, opera dal 2002 nella realizzazione di progetti di vita autonoma garantendo progetti personalizzati e graduali ad oltre 25 persone con disabilità intellettiva. Gestisce sia nuclei stabili di persone che vivono in autonomia che un progetto educativo propedeutico alla vita indipendente. La storia di Casa Clementina è, invece, relativamente recente, il percorso è iniziato da poco più di due anni, grazie alla passione dei volontari e alla motivazione delle famiglie che si sono strette per l’avvio del Percorso senza il sostegno di contributi economici continuativi da parte delle istituzioni. Lo scambio ha permesso al gruppo di confrontarsi sugli obiettivi futuri, sulle metodologie educative da applicare per la realizzazione di progetti di vita che permettano ai ragazzi di veder garantita una migliore qualità della vita attraverso mediante percorsi educativi che li vedano protagonisti attivi del proprio futuro.  Letizia  Cambi, educatore professionale volontario e coordinatore di Casa Clementina, afferma che tanti risultati sono stati raggiunti  ma per la realizzazione dei futuri step del percorso di autonomia sono necessarie  risorse materiali e professionali che possano  accompagnare i ragazzi e le loro famiglie nella reale vita autonoma.  Lo scambio con il gruppo di Pordenone ha reso i ragazzi di casa Clementina soggetti attivi, afferma la coordinatrice, nel curare l’accoglienza e l’organizzazione di ogni tappa del soggiorno.  Sono stati tre giorni intensi e, grazie all’intensa rete di relazioni costruite con il territorio, sono state organizzate molte iniziative alla scoperta delle tradizioni senesi, attraverso una visita della città, della Contrada della Tartuca e della Lupa, oltre ad una giornata tra natura e cavalli al centro delle Bollicine, dove i ragazzi e gli istruttori delle Bollicine hanno introdotto gli ospiti nel loro fantastico “Centro Tosca delle Bollicine” a San Rocco a Pilli.  La giornata di sabato ha poi visto protagoniste le famiglie con un momento di riflessione e scambio con gli operatori della Fondazione di Pordenone.  A fine ottobre una delegazione di volontari e i ragazzi saranno Ospiti di Casa al Sole, a Pordenone.

AVVISO DI SELEZIONE RELATIVA A PROFILI PROFESSIONALI DI PSICOLOGO E EDUCATORE

 

Finalità dell’Avviso

Con la presente procedura, l’Associazione Sportiva e di volontariato “Le Bollicine” vuole individuare 2 figure professionali con cui cooperare nell’ambito delle proprie attività istituzionali relative alla promozione dell’autonomia delle persone con disabilità.

L’Associazione , in collaborazione con altre due organizzazioni di volontariato del territorio ,ha avviato da circa due anni il progetto “Casa Clementina”, originale esperienza di “palestra di autonomia” nell’ambito della quale una ventina di ragazze e ragazzi con disabilità hanno l’opportunità di sperimentare occasioni di autonomia abitativa in brevi periodi di coabitazione con assistenza leggera da parte di un operatore (generalmente volontario o afferente al servizio civile nazionale o regionale).

L’Associazione, nell’ambito della coprogettazione attivata con la Società della Salute Senese a valere sui fondi di cui alla L. 112/2016 (c.d. “Dopo di Noi”), ha adesso in programma di potenziare e qualificare ulteriormente le proprie attività di promozione dell’autonomia, attraverso l’instaurazione di rapporti di prestazione d’opera professionale (ai sensi degli art. 2229, c.c.) in relazione e per la durata del progetto.

 

Requisiti

In relazione a quanto sopra, l’Associazione invita a presentare la propria candidatura i professionisti (cittadini italiani o di altri stati membri dell’Unione Europea o in possesso di valido permesso di soggiorno) in possesso dei seguenti requisiti alternativi:

  • Laurea triennale o magistrale in Scienze dell’Educazione e della Formazione , Corso di Laurea Triennale Educazione Professionale.
  • Laurea triennale o magistrale in Psicologia

 

 

 

I candidati – preferibilmente automuniti – dovranno essere in possesso della patente di guida categoria B, e dovranno tra l’altro dimostrare – in aggiunta ai titoli professionali sopra richiesti – di possedere:

–           Una buona conoscenza del quadro dei servizi sociali e delle risorse disponibili per le persone con disabilità (c.d. “budget di salute”);

–           Buone capacità e attitudini al lavoro di gruppo;

–           Buone capacità di relazione;

–           Buone capacità di gestione dello stress e di situazioni complesse.

Costituirà elemento di valutazione preferenziale il possesso di esperienze e competenze specifiche nell’ambito della disabilità cognitiva e mista (motoria/cognitiva), sviluppate nell’ambito di precedenti esperienze professionali (o personali, purché significative).

 

 

Ambito di attività

Le figure professionali selezionate tramite il presente avviso saranno contrattualizzate attraverso apposito incarico di prestazione d’opera professionale della durata di 1 anno, e presteranno la propria opera nell’ambito del progetto di promozione delle autonomie personali, con le specifiche di massima di seguito riepilogate per i due differenti profili professionali:

 

Profilo psicologo/psicoterapeuta

  • Impegno orario medio stimabile: 4 ore settimanali
  • Aree di attività:
  • Supervisione scientifica della complessiva attività di promozione delle autonomie
  • Cura delle relazioni e sostegno psicologico alle famiglie
  • Consulenza tecnica e supervisione dei volontari

 

Profilo educatore

  • Impegno orario medio stimabile: 8 ore settimanali + disponibilità ad esperienze residenziali (h24) una volta al mese
  • Aree di attività:
  • Supporto e assistenza per percorsi di autonomia abitativa con piccoli gruppi
  • Supporto e assistenza per percorsi di promozione delle autonomie personali
  • Affiancamento professionale e formazione dei volontari

 

Procedura di candidatura e selezione

Gli interessati in possesso dei sopra indicati requisiti sono invitati ad inviare all’indirizzo di posta elettronica: infolebollicine@gmail.com i seguenti documenti:

  • domanda di partecipazione, redatta sull’apposito formulario, firmata e scansionata;
  • curriculum vitae;
  • certificato di laurea/autorizzazione all’esercizio della psicoterapia.

Il termine per la presentazione delle candidature è il 18 Agosto 2018, alle ore 14.00

 

I candidati giudicati più idonei sulla base della suddetta documentazione saranno invitati a partecipare alle successive fasi di selezione, che consisteranno in:

?         Almeno un colloquio motivazionale

?         Almeno una prova tecnico-pratica (orale o scritta) relativa alla verifica delle conoscenze, capacità e attitudini necessarie all’espletamento dell’incarico professionale.

Ad esito della selezione, alle due figure professionali risultate più idonee nell’ambito dei rispettivi profili sarà proposto un incarico di prestazione d’opera professionale della durata di 1 anno, eventualmente rinnovabile nell’accordo delle parti. Si precisa che, ove i candidati selezionati non ne fossero già in possesso, dovranno provvedere ad aprire apposita partita IVA ai fini del conferimento dell’incarico.

L’Associazione Le Bollicine si riserva di attingere alla graduatoria che sarà formata ad esito della selezione anche per ulteriori e diversi incarichi e collaborazioni professionali.

 

Per informazioni fare riferimento ai seguenti recapiti:

Associazione Sportiva Le Bollicine 0577 286335 .

Coordinatore Associazione Le Bollicine, Sig.ra Letizia Cambi 347 4022311

infolebollicine@gmail.com

 

Siena, 06/07/ 2018

Per ricevere la domanda  di partecipazione è necessario inviare una mail a infolebollicine@gmail.com e provvederemo all’invio tramite posta elettronica.

 

Le Bollicine ed il progetto VOLver: i risultati dell’esperienza

Si conclude Il progetto “Cavalcando Insieme” promosso dall’Associazione e Bollicine nell’ambito del Bando Volver, promosso da Fondazione Monte dei Paschi di Siena, Cesvot, Ufficio Scolastico Regionale Toscana e la partecipazione attiva di una terza Classe del Liceo Scienze Umane E.S. Piccolomini di Siena. Il progetto si è concretizzato in un percorso formativo multidisciplinare finalizzato a sperimentare nell’ambito di un esperienza di alternanza scuola-lavoro, il graduale inserimento del gruppo classe nella realtà associativa dell’Associazione Le Bollicine  presso Il Centro Tosca delle Bollicine. Il progetto ha creato l’opportunità di creare relazioni significative tra le studentesse e le persone diversamente abili che frequentano l’associazione. Il piano educativo si è articolato in un percorso didattico multidisciplinare nell’ambito della conoscenza della disabilità e della riabilitazione equestre come opportunità per favorire lo sviluppo e il potenziamento di psico-motorie delle persone diversamente abili. La Sperimentazione si è concretizzata in un graduale inserimento delle studentesse e partecipazione alle attività di socializzazione e affiancamento dell’equipe durante le sedute di rieducazione equestre. Il progetto ha permesso di creare un importante occasione di scambio e integrazione tra i  ragazzi delle Bollicine e le studentesse. Esse hanno partecipato fattivamente all’organizzazione anche del saggio finale organizzato lo scorso maggio alla presenza delle famiglie, rappresentanti delle istituzioni e del volontariato.  Il confronto tra i pari, normodotati e non, rappresenta per le studentesse un importante occasione di riflessione, e opportunità per la valorizzazione di competenze individuali e ha creato l’opportunità di interfacciarsi e vivere relazioni stimolanti.  Il progetto ha permesso di sviluppare nel nostro territorio occasioni di scambio e vicinanza tra il volontariato e la scuola, favorendo nei giovani studenti la sperimentazione di esperienza di cittadinanza attiva  e occasioni stimolanti e di reale integrazione per i giovani delle Bollicine. I risultati del progetto sono tangibili, vista la continuità che diverse studentesse hanno mantenuto mediante la continuità dell’impegno volontario al Centro delle Bollicine.DSC_0001 (2) DSC_0141 DSC_0144

Casa Clementina riceve il sostegno dell’Ente Cassa di Risparmio di Firenze

Il progetto di “Casa Clementina “ha compiuto due anni   Le attività   finalizzate al poteziamento di autonomie personali e sociali promosse dall’Associaizone Le Bollcine, Asedo e Pubblica Assistenza di Siena hanno raggiunto importanti traguardi  nell’anno 2016, dove i ragazzi con gradualità hanno finalmente acquisito un appratamneto per “Vivere da Soli”  .  SONO STATI ANNI  caratterizzatI dall’emozione di sentirsi a casa, con tutto ciò che questo implica: le responsabilità, la tenuta della casa, l’organizzazione degli spazi e dei tempi, la condivisione con gli altri.

Il forte legame con il territorio ha permesso l’acquisizione del bellissimo immobile concesso dall’Asp città di Siena mediante la realizzazione di un protocollo di Intesa che permette lo svolgimento di attività in comune con gli anziani delle strutture gestite dall’Asp e la possibilità di beneficiare di uno spazio adeguato a far decollare il progetto.

Grazie al prezioso al prezioso dell’Ente Cassa di Risparmio di Firenze , Casa Clementina, ed i suoi abitanti, hanno potuto contare su risorse economiche importanti per l’iniziale gestione delle attiivtà e delle spese generali. In particolare iniziative significative come le gite e i soggiorni estivi. Ricordiamo la progettazione della vacanza a Sperlonga Isola d’elba, ma anche le gite fuori città come la giornata a Livorno o a firenze-

Molte sono le inziative promosse per facilitare l’integrazione con il territorio.,  vogliamo sottolineare le vistite alle Contrade di Siena come la Tartuca e la selva che hanno accolto i ragazzi  organizzando visite  ai loro musei e invitando il gruppo a cene neli rioni, in un clima di grande solidarietà-. La pulitura delle Mura adiacenti porta tufi, in collaborazione con l’Associazione Culturale “Le Mura”, le visite del club “I Ghibellini”, oltre a tutti gli altri amici ospitati, rappresentano l’esempio e la migliore testimonianza dell’integrazione di Casa Clementina con la città-.

Durante questoi primo biennio  stato realizzato un percorso di formazione rivolto ai volontari impegnati o interessati a collaborare nella gestione dei percorsi di autonomia, dove le famiglie , operatori e volontari si sono cofrontati con esperienze consolidate come il progetto AIPD di Roma nella gestione di progetto per il Durante – Dopo di Noi.

A dicembre 2017 è stata Realizzata Una Conferenza Pubblica  nella Sala delle Lupe del Comune di Siena  per  evidenziare le attività svolte e i risultati raggiunti. Presenti  i maggiori rappresentanti delle istituzioni Locali :  Sindaco di Siena Bruno Valentini, Assessore politiche sociali  Stefania Saccardi, Assessore politiche Sociali Anna Ferrettii , Coordinatore sanitario Asl Susl Est Dott. Dei, Coordinatore Servizi Socilai Dott. Castellucci,  Le associaizoni di volontariato locali , Le fondazioni di Partecipazione della Toscana,

Casa Clementina rappresenta un messaggio di speranza  per le famiglie e per il futuro dei i propri figli,  è un progetto che deve essere necessariamente sviluppato e consolidato. Attualmente si regge grazie all’approto di molti volontari che  a rotazione supportano i ragazzi nella attività, coordinanti da personale qualificato., questo permette di contentere i costi di gestione, ma naturalmente il progetto ha bisogno di poter beneficiare del sostegno di ognuno ,  per poter ampliare i propri obiettivi.

Nuovo Consiglio Direttivo per l’Associazione Sportiva Le Bollicine

Lo scorso 12 giugno si è tenuta l’Assemblea dei soci dell’Associazione Sportiva Le Bollicine per il rinnovo delle Cariche Sociali.

Dopo aver accompagnato il nostro percorso di crescita negli ultimi 10 anni, Francesca Poggiani, cede il passo a Paola Bisconti, già membro del Consiglio Direttivo.

Il nuovo Consiglio direttivo dell’Associazione Le Bollicine, è così composto:

Paola Bisconti- Presidente

Francesca Poggiani- Vice Presidente

Consiglieri:

Paraskevi Spantidaki           
Angela  Manfrin
Stefano Scaramella
Nicola Rocchigiani
Puliti Fabio    

Sindaci Revisori, vengono confermati Valentina Vento, Sampoli Elisabetta e Giuseppe Guerrini.

 

Un grazie di cuore al Consiglio uscente per tutto il lavoro e gli sforzi compiuti durante il loro mandato ed un felice augurio al Nuovo Consiglio Direttivo.

Oltre le barriere lo sport. Saggio di equitazione al Centro Tosca delle Bollicine

L’Associazione Sportiva “Le Bollicine”, da oltre 25 anni, realizza percorsi di Riabilitazione Equestre e progetti legati alle autonomie per le persone diversamente abili del territorio senese.

Sono oltre 40  i beneficiari del corso di equitazione , residenti nei Comuni della Zona Senese. Si tratta di un lavoro costante e qualificato che coinvolge personale tecnico specializzato e tantissimi volontari che collaborano nella realizzazione delle attività, in affiancamento agli operatori,  garantendo il servizio di  trasporto e l’accoglienza dei ragazzi che ogni giorno arrivano alla struttura.

Domenica 6 Maggio, grazie al prezioso contributo del Panificio Corsini, con il patrocinio del   Comune di Sena , del Comune di Sovicille,  del Coni e del CESVOT- Bando Promozione e Sviluppo, l’Associazione organizza, “Oltre le barriere lo sport: dalla rieducazione equestre allo sport”.

L’evento si terrà presso il  Centro Tosca delle Bollicine, Loc. Agresto, San Rocco a Pilli, Sovicille e coinvolgerà disabili impegnati, durante tutto l’anno, nelle attività di Riabilitazione Equestre. 

Il programma della manifestazione prevede esibizioni a cavallo con la realizzazione di percorsi al passo e passo e trotto.

Domenica mattina, a partire dalle ore 11.00, gli atleti delle Bollicine realizzeranno le loro prove alternandosi con i meravigliosi cavalli dell’Associazione.  Alle 13.00 atleti, volontari e familiari si ritroveranno tutti insieme per un allegro pranzo sul prato antistante il Centro Tosca, mentre il pomeriggio proseguirà, poi,  con dimostrazioni di equitazione e dimostrazioni di Riabilitazione Equestre.

 La giornata si concluderà alle 17.00 con le premiazioni dei partecipanti che vedranno la presenza delle autorità, dei rappresentanti del mondo del volontariato e dell’associazionismo presenti sul territorio.

La giornata vedrà la partecipazione attiva di un’intera classe del Liceo delle Scienze Umane di Siena, che hanno realizzato un progetto di alternanza scuola-lavoro, nel 2018, nell’ambito del progetto VOLver finanziato dalla Fondazione Monte dei Paschi di Siena.

La realizzazione della manifestazione vuole rappresentare un momento di incontro e di socializzazione per i ragazzi che frequentano Le Bollicine e per i loro genitori. L’evento permette ai ragazzi di  condividere con tutti i partecipanti i risultati ottenuti  durante le lezioni di rieducazione equestre e sport a cui partecipano, in convenzione con  i Comuni della Società della Salute Senese,  nel corso dell’anno. 10256960_768186063221964_5281273738454240640_n

IV Torneo Regionale di calcio a 7 unificato “SPECIAL OLYMPICS.” Un goal per un Sorriso” – San Rocco a Pilli- 21 aprile Una Giornata di sport per gli atleti Special Olympics delle Bollicine

L’Associazione volantino calcio copy-001Sportiva Le Bollicine, impegnata da molti anni nella promozione di attività sportive in favore di persone diversamente abili, da circa 7 anni,  grazie alla collaborazione dell’AIAC e del Polisportiva CRAS , che hanno garantito supporto tecnico ed organizzativo alla realizzazione del progetto, ha creato una propria squadra di calcio per la quale è stato attivato un progetto continuativo realizzato in convenzione con la Società della Salute Senese e con la collaborazione della Polisportiva CRAS, che garantisce, gratuitamente, gli impianti sportivi per gli allenamenti ed il personale tecnico per la pratica sportiva.

La valenza positiva del progetto è la partecipazione attiva di volontari che giocano con gli atleti delle Bollicine, creando un clima di condivisione e reale integrazione, riscoprendo l’autentico valore dello sport.

Le B18033978_1509083715782019_1460391614773967011_nollicine presentano questa bellissima realtà proponendo, anche per questo anno, l’organizzazione del quarto  Torneo Regionale Special Olympics ” Un goal per un sorriso”, Sabato 21 Aprile  presso la Polisportiva CRAS di San Rocco a Pilli.

La Manifestazione è Patrocinata dal Comune di Siena, dal Comune di Sovicille, dal Coni e realizzata con la collaborazione della Polisportiva CRAS, dell’Associazione Pubblica Assistenza Montagnola Senese e AIAC , e con il contributo della Banca CRAS  Credito Cooperativo Toscano- Siena. La manifestazione vede anche la partecipazione di molte aziende private che hanno supportato l’organizzazione dell’evento: Simply, UnipolSai Assicurazioni, Ditta Corsini, CentroFarc.

Il Torneo   vorrà essere un momento di integrazione tra gli atleti delle associazioni sportive per disabili della Toscana con la presenza di circa 30 atleti special Olympics, atleti partner della Polisportiva CRAS.  Saranno presenti oltre alle Bollicine, l ‘Associazione Nuova Arlecchino Sport Livorno e la Polisportiva Cam . Il torneo si disputa con la partecipazione di squadre composte da  4  atleti diversamente abili e 3 partner.

Alle 9.4518057809_10155415256277122_6125092667483072666_n è prevista la cerimonia d’apertura con la sfilata delle Associazioni partecipanti ed alle 10.00 prenderanno il via le gare.

Alle 12.30 si terranno le premiazioni con la presenza delle autorità cittadine, rappresentanti del volontariato e dell’Associazionismo Sportivo senese e la chiusura della manifestazione, seguita dal pranzo organizzato dall’Associazione per tutti i partecipanti presso la Parrocchia di San Rocco a Pilli, che mette a disposizione i suoi locali per ospitare le  delegazioni. sono previste le premiazioni, La squadra “Le Bollicine” scenderà in campo con 12 atleti guidati dal mister Marco Barcelli e diretto da Marco Amadori.

Lo scopo finale dell’evento sarà quello di strappare un sorriso a tutti gli atleti e colorare di allegria le tribune dei “Tifosi”.

Dona il tuo 5×1000 alle Bollicine

Anche quest’anno è possibile destinare  la quota del 5 per mille della Tua imposta sul reddito 2017 all’Associazione Sportiva Le Bollicine. Aderire è semplice. E’ sufficiente porre la tua  firma sul riquadro “finalità di volontariato “ e poi inserire il codice fiscale 92009180529.

Grazie ai fondi a noi destinati lo scorso anno abbiamo potuto realizzare molti interventi:

  • Attività di Riabilitazione equestre n.° utenti 35 n.° accessi 2469
  • Attività di calcio  n.° utenti 11  n.° accessi 784
  • Attività di ginnastica n.° utenti 13 n.° accessi 1115
  • n. 4890 servizi di trasporto erogati per attività sportive ed educative
  • 53.479 km percorsi con 2 pulmini da 9 posti, ed un’automobile attrezzati per il trasporto disabili
  • n. 9 persone diversamente abili inserite in progetti di inserimento socio-terapeutico
  • attività socio-educative estive per minori: n. 21 bambini coinvolti, durata 2 settimane, n.° 11 utenti dell’Associazione coinvolti
  • PROGETTO CASA CLEMENTINA: laboratori di autonomia ed attività residenziali: n.° 21 utenti coinvolti nelle attività laboratoriali e n. 15 utenti nei progetti residenziali. Con la realizzazione di una media di 144 pernottamenti totali durante l’anno nell’appartamento.
  • soggiorni residenziali e trekking di equitazione n.°21 utenti per n.°16 giornate.

Contiamo sul tuo aiuto anche quest’anno.

Grazie

5 per mille Bollicine-001

Esito selezioni di giovani da impiegarsi in progetti di Servizio Civile Regionale presso l’Associazione Sportiva Le Bollicine

Lo scorso 20 marzo 2018 si sono svolti i colloqui di selezione di giovani da impiegarsi nel progetto di Servizio Civile Regionale “Sport e autonomia- percorsi per l’integrazione delle persone diversamente abili.” I proroga bando presentazione progetti FSE 2016.

I candidati che hanno presentato domanda e soddisfacevano i requisiti previsti dal progetto sono stati convocati tramite email.

La graduatoria stilata in seguito ai colloqui di selezione è la seguente:

COGNOME NOME CODICE FISCALE PUNT, ESITO
1 Forte Giulia FRTGLI89R49H501N 69.3 IDONEO/ SELEZIONATO
2 Valentini Elena VLNLNE93C70I726Z 58.5 IDONEO/ SELEZIONATO
3 Melinu Manuela MLNMNL88R54F979N 56.4 IDONEO/ SELEZIONATO
4 Dinelli Eugenio DNLGNE97A15I726J 55.6 IDONEO/ SELEZIONATO
5 Berisha Behar BRSBHR90L26Z160I 53.9 IDONEO/ SELEZIONATO
6 Giannini Cristina GNNCST98E68I726E 53 IDONEO/ SELEZIONATO
7 Marotta Romelia MRTRML95H50G580Q 52.7 IDONEO/ SELEZIONATO
8 Cherici Lorenzo CHRLNZ95P07A785E 52 IDONEO/ SELEZIONATO
9 Casciaro Monica CSCMNC92A55I726Q 50.8 IDONEO/ SELEZIONATO
10 Boulanga Bekale Giovanny Thierry Junior BLNGNN98C18Z316Q 48.6 IDONEO/ SELEZIONATO
11 GRASSELLINI GINEVRA GRSGVR95C46I726N 47.8 IDONEO/ NON SELEZIONATO
12 Ferrini Elena FRRLNE96R51I726Z 47.7 IDONEO/ NON SELEZIONATO
13 Nijie Alhagie NJILHG94D18Z317C 46.6 IDONEO/ NON SELEZIONATO
14 Merlotti Giulia MRLGLI98H47I726K 45.1 IDONEO/ NON SELEZIONATO
15 Abdul Manaf Mohammed MHMBLM96D04Z318Z 35.95 NON IDONEO/ NON SELEZIONATO
16 Padrini Marco PDRMRC89T15I726E 35.9 NON IDONEO/ NON SELEZIONATO

Masocco Tecla e Poggiolini Vittoria non si sono presentate a colloquio per cui non è stato possibile valutarle.