Archivio per la categoria Generali

Servizio civile Regionale 2018: Le Bollicine selezionano 10 giovani.

volantino senza scadenzaL’Associazione Sportiva “Le Bollicine” seleziona 10 nuovi volontari del Servizio Civile Regionale.

E’ POSSIBILE PRESENTARE DOMANDA DI SELEZIONE ENTRO LE ORE 14.00 DEL GIORNO 2 MARZO 2018  –

Il progetto  dell’Associazione Le Bollicine e’ :Sport e autonomia ” percorsi per l’integrazione sociale delle persone diversamente abili .

Per tutte le informazioni sull’Associazione, sulla modalità di presentazione delle domande e le selezioni , potete contattare allo 0577/286335 la sede, in via Franciosa, 57, dalle 9 alla 13 dal lunedì al venerdì, oppure il Responsabile del Servizio Civile  Sig.ra Letizia Cambi al 347/40 22 311.

La domanda di partecipazione può essere presentata esclusivamente on line, accedendo al sito https://servizi.toscana.it/sis/DASC e seguendo le apposite istruzioni.

E’ possibile presentare la domanda o tramite carta sanitaria elettronica (CNS) rilasciata da Regione Toscana, o accedendo direttamente al link sopra indicato e compilare l’apposita richiesta per ricevere l’abilitazione alla compilazione della domanda. I volontari presenti presso la sede dell’Associazione, in via Franciosa 57, sono disponibili ad aiutare i candidati che trovassero difficoltà nella presentazione della domanda.

Il Progetto di servizio civile  di  rivolge alle persone con disabilità psico-fisica medio  residenti nel territorio senese.

Le attività intendono  promuovere occasioni di integrazione attraverso la valorizzazione dello sport e la realizzazione dei percorsi di autonomia come opportunità per favorire la massima espressione delle autonomie personali e sociali. In particolare:

  • Realizzazione di attività sportive e sviluppo di una rete di collaborazione con l’associazionismo sportivo cittadino;
  • Promuovere attività educativo – riabilitative a contatto con gli animali
  • Cura e governo degli animali e progetti di orticoltura;
  • Attività volte ad aumentare le capacità relazionali. Sviluppare percorsi educativi tesi a incrementare le autonomie di base personali e sociali;
  • Favorire la partecipazione alle occasioni di socializzazione mediante l’organizzazione di servizi di trasporto ed accompagnamento.
  • Attività di residenzialità in piccoli gruppi.- progetti di autonomia personale in appartamento situato in Via Mattioli. “Casa Clementina”.
  • Collaborazione nelle attività di progettazione e organizzazione.

 

Il Progetto prevede l’impiego di n. 10 volontari del Servizio Civile  per otto mesi, nell’organizzazione e nella realizzazione delle attività sportive e sociali promosse in favore dei disabili soci dell’Associazione. Si prevede la rotazione dei volontari, assegnati alle singole sedi, con funzione di collaborazione e affiancamento e supporto, agli operatori e volontari più esperti nella realizzazione degli interventi ,

Le sedi Operative sono situate in Via Franciosa 57 e presso il Centro Equestre Tosca delle Bollicine.

 

 

Possono partecipare i Giovani di età compresa  fra i 18 ed i 29 anni (quindi chi non ha ancora compiuto il 30° anno, ovvero 29 anni e 364 giorni);

?  siano  regolarmente residenti in Italia;

?  siano  inoccupati, inattivi o disoccupato ai sensi del decreto legislativo n. 150/2015;

?  siano  in possesso di idoneità fisica;

?  non abbiano riportato condanna penale anche non definitiva alla pena della reclusione superiore ad un anno per delitto non colposo

REQUISITI : possesso del diploma di scuola media superiore e che siano muniti di patente B. Il limite di età è elevato a 35 anni per le persone diversamente abili.
Il compenso è di € 433, 80 mensili

“Facciamo vivere Casa Clementina”: nuova iniziativa il 10 febbraio.

L’Associazione di volontariato “Le Bollicine” insieme alla Pubblica Assistenza di Siena e all’Associazione Senese Down, hanno dato vita a un progetto ambizioso, che offre l’opportunità di fare esperienze di vita autonoma all’interno di una vera e propria casa: Casa Clementina.

Il nostro progetto è cresciuto costantemente nell’arco di un biennio, ed è stato selezionato dalla Fondazione “Il cuore si scioglie” di Unicoop Firenze per partecipare ad una campagna di crowdfunding sulla piattaforma Eppela.

La finalità della campagna è di raccogliere fondi da utilizzare per alcune migliorie alla cucina e, soprattutto, per realizzare un bagno accessibile al piano terra.

In caso di raggiungimento dell’obiettivo di 5.000 euro, Unicoop raddoppierà la cifra.

Per centrare questo ambizioso traguardo abbiamo bisogno di tutto l’aiuto possibile.

Per donare e avere maggiori informazioni: http://www.eppela.com/facciamo-vivere-casa-clementina .

E’ anche possibile fare una donazione mediante bonifico bancario sul c/c intestato all’Associazione Sportiva Le Bollicine presso la Banca Monte dei Paschi di Siena (IBAN IT18D0103014200000009201924) con la seguente causale : “Facciamo Vivere Casa Clementina ” o recandosi direttamente alla sede de Le Bollicine, a Siena in Via Franciosa n. 57 dalle 9 alle 13.

Importante: la raccolta fondi è attiva dal 22 gennaio per soli 40 giorni.

 

A supporto della nostra campagna, i ragazzi di Casa Clementina hanno pensato di organizzare una cena di raccolta fondi, il 10 febbraio, alle ore 20.00, presso gli Orto dei Tolomei. L’offerta minima sarà di 25€ e l’intero ricavato sarà destinato al sostegno del progetto.

Il menù prevede:

entreè dello chef

antipasto: carciofo al forno con ricotta e panforte –  insalata belga farcita

primo: tortelli al radicchio e balsamico con crema di taleggio e noci

secondo: stracotto di stinco con purea di zucca e patate

dolce: budino cremoso  all’amaretto e salsa al caffè e caramello

 

E’ possibile prenotare presso la sede dell’Associazione Sportiva Le Bollicine,  telefonando allo 0577/286335 o scrivendo a infolebollicine@gmail.com , oppure chiamando Letizia Cambi al 347/40 22 311.
Cena Orti Clementina-001

Casa Clementina compie due anni. Bilancio dell’esperienza vissuta fino ad ora e prospettive future .

Martedì24993292_1785127664832009_3263411615412844452_n 25151868_1785127634832012_2019827069712972718_n 12 dicembre, in Sala delle Lupe a Palazzo Pubblico, si è svolta la conferenza “Due anni di Casa Clementina: confronto e prospettive su percorsi e progetti per il Durante e Dopo di Noi” dove sono stati presentati i risultati dei primi due anni della nostra “Casa Clementina”
La numerosa affluenza della cittadinanza ci rende parte integrante di una città attenta e partecipe, la presenza delle istituzioni dimostra l’importanza di una solida rete che ci fa sentire meno soli, gli interventi e i contributi di realtà provenienti da territori diversi come la Fondazione Down FVG Pordenone e la Fondazione Il Sole di Grosseto forniscono idee stimolanti per costruire progettualità innovative confrontandosi con altre esperienze con l’ottica di collaborazione intensificazione di rapporti futuri.
Il forte clima di condivisione ed armonia che si è respirato ieri durante la conferenza è la dimostrazione di quanto la passione e l’impegno di ognuno abbia permetta la realizzazione di interventi mirati e concreti, offrendo prospettive per una qualità della vita migliore a tante persone diversamente abili del nostro territorio.
Un sentito ringraziamento a tutte le famiglie, ai volontari, e a tutti coloro che con amore si dedicano a questo progetto

Cena di beneficenza 25 novembre all’Orto dei Tolomei

Sabato 25 novembre l’Associazione Sportiva Le Bollicine organizza una cena per la raccolta fondi finalizzata al mantenimento delle attività di riabilitazione equestre in favore delle persone diversamente abili, presso l’Orto Dei Tolomei.

Potrete assaporare i gustosi piatti preparati dalle nostre cuoche. Per informazioni e prenotazioni è possibile rivolgersi al 0577 286335 – 347 40 22 311 oppure scrivere a infolebollicine@gmail.com

 

Vi Aspettiamo numerosi

cena all'orto

LOTTERIA DI BENEFICENZA DELLE BOLLICINE: in vendita i biglietti

 

Oggi, fino alle 19.30 e domani, sabato 21 ottobre, dalle 9.30 alle 19.30 sarà possibile acquistare, presso la Coop delle Grondaie, i biglietti per la lotteria di beneficenza delle Bollicine.
Il costo del biglietto è 3€.
I premi in palio sono:
1° PREMIO: BUONO SPESA DI € 500,00 CON CONTRIBUTO SEZ. SOCI UNICOOP FIRENZE
2° PREMIO: CONGELATORE WHIRLPOOL, PROSCIUTTO SAL. “RABISSI PEPI & C” – CESTO PRODOTTI TIPICI DELLA VALDORCIA E NR. 3 BOTTIGLIE DI VINO ABBADIA ARDENGA (1 BRUNELLO E 2 ROSSI).
3° PREMIO: CESTO DI VINI: NR. 12 BOTTIGLIE “PODERE LA MARRONAIA” SAN GIMIGNANO, NR. 2 BOTTIGLIE ROSSO “FATTORIA LA CANONICA”
4° NR. 2 TRATTAMENTI OLISTICI “CENTRO OL.MISIA” + CENA PER 2 PAX C/O RIST. “SPADAFORTE” – PIAZZA DEL CAMPO
5° NR. 5 CREMA CORPO DA 250gr OFFERTE DALL’ANTICA FARMACIA FIORE + CENA RIST. PER 2 PAX “ IL MASGALANO”
 
L’estrazione avrà luogo il giorno 10 DICEMBRE 2017 alle ore 17,00 presso il Centro Tosca delle Bollicine – Loc. Agresto – San Rocco a Pilli Siena
 
IL RICAVATO SARà DESTINATO A SOSTENERE LE ATTIVITà DI RIABILITAZIONE EQUESTRE E I PERCORSI DI AUTONOMIA PER PERSONE DIVERSAMENTE ABILI

Pubblicata la graduatoria stilata per il Servizio Civile Nazionale 2017

L’Associazione Sportiva Le Bollicine ha terminato tutte le procedure previste per la redazione e pubblicazione delle graduatorie dei giovani che hanno partecipato ai colloqui di selezione per il progetto di Servizio Civile Nazionale “Insieme per l’autonomia: percorsi educativi finalizzati alla vita indipendente delle persone diversamente abili ” , da realizzarsi presso le nostre sedi.

A seguito dei colloqui con i giovani, avvenuti lo scorso 19 settembre, è stata redatta la seguente graduatoria

Sono risultati Idonei/selezionati i giovani,

1 GARAFFA ANNA 04/09/1990 57.6 13/11/2017
2 BERARDINELLI LUCA 08/04/1996 53.95 13/11/2017
3 BACCONI CAROLINA 08/02/1996 53.1 13/11/2017
4 KOFFI JOEL 01/01/1991 48 13/11/2017
5 D’AGOSTO DANIELE 03/10/1995 47 13/11/2017
6 VELLUCCI BRUNA 20/02/1992 46.7 13/11/2017

Sono risultati idonei ma NON SELEZIONATI:

  CASTALDO GIUSEPPE 29/04/1991 46
  CONTI MATTEO 21/11/1997 44

 

Sono risultati NON IDONEI i giovani:

  ODUNAYO ADEDOYIN 28/07/1994 35.7
  ROSSI GRETA 28/01/1998 35.5
  GARCIA GIL FABIANGEL 07/11/1995 0

Servizio Civile Nazionale:martedì 19 settembre le selezioni

Domani pomeriggio, a partire dalle ore 14.30, presso la sede dell’Associazione Sportiva “Le Bollicine”, in via Franciosa 57, si svolgeranno i colloqui di selezione dei candidati che hanno presentato domanda per il progetto di Servizio Civile Nazionale ” Insieme per l’autonomia: percorsi educativi finalizzati alla vita indipendente delle persone diversamente abili”.

 

I colloqui termineranno alle ore 17.15.

I Candidati sono stati contattati tramite email.

Cena sotto le stelle con i ragazzi delle Bollicine

0001Sabato 2 settembre, ore 20.00, presso il Centro equestre Tosca delle Bollicine, tutti i nostri ragazzi vi invitano alla cena di fine estate sotto le stelle.

Il menù prevede:
Benvenuto con bollicine

Antipasto:
millefoglie di melanzane e pomodori canditi con focaccia rustica ai fichi e crema di scalogno

Primo:
Pappardelle alle nocciole con burrata al profumo di funghi

Secondo: 
Filetto di maiale al sangiovese con pere caramellate e scalogno

Dolce:
semifreddo di cantucci e vinsanto

prezzo: 24€ bevande incluse.

Il ricavato sarà interamente destinato alle spese di manutenzione del nostro centro equestre.

Per prenotazioni 0577286335 – 3474022311
oppure tramite mail infolebollicine@gmail.com

BANDO DI SELEZIONE PER 6 VOLONTARI DI SERVIZIO CIVILE NAZIONALE: MODALITA’ E TEMPISTICA DELLA PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE

logoSNCIl prossimo 26 giugno, alle ore 14 scadranno i termini per la presentazione delle domande di selezione per la partecipazione al progetto di Servizio Civile Nazionale.

Per ogni informazione è possibile contattare la sede, dal lunedì al venerdì, dalle ore 9 alle 13, allo 0577 286335 o 374 4022311, oppure tramite mail infolebollicine@gmail.com.

E’ possibile richiedere il modulo di partecipazione direttamente alla sede delle Bollicine, oppure può essere scaricato al link http://www.serviziocivile.gov.it/menusx/bandi/selezione-volontari/bandoord2017/

“Insieme per l’autonomia: percorsi educativi finalizzati alla vita indipendente delle persone diversamente abili.”

Requisiti e condizioni di ammissione

 Ad eccezione degli appartenenti ai corpi militari e alle forze di polizia, possono partecipare alla selezione i giovani, senza distinzione di sesso che, alla data di presentazione della domanda, abbiano compiuto il diciottesimo e non superato il ventottesimo anno di età, in possesso dei seguenti requisiti:

– essere cittadini italiani;

– essere cittadini degli altri Paesi dell’Unione europea;

– essere cittadini non comunitari regolarmente soggiornanti in Italia;

– non aver riportato condanna anche non definitiva alla pena della reclusione superiore ad un anno per delitto non colposo ovvero ad una pena della reclusione anche di entità inferiore per un delitto contro la persona o concernente detenzione, uso, porto, trasporto, importazione o esportazione illecita di armi o materie esplodenti, ovvero per delitti riguardanti l’appartenenza o il favoreggiamento a gruppi eversivi, terroristici o di criminalità organizzata.

I requisiti di partecipazione devono essere posseduti alla data di presentazione della domanda e, ad eccezione del limite di età, mantenuti sino al termine del servizio.

Non possono presentare domanda i giovani che: a) abbiano già prestato servizio civile nazionale, oppure abbiano interrotto il servizio prima della scadenza prevista, o che alla data di pubblicazione del presente bando siano impegnati nella realizzazione di progetti di servizio civile nazionale sensi della legge n. 64 del 2001, ovvero per l’attuazione del Programma europeo Garanzia Giovani; b) abbiano in corso con l’ente che realizza il progetto rapporti di lavoro o di collaborazione retribuita a qualunque titolo, ovvero che abbiano avuto tali rapporti nell’anno precedente di durata superiore a tre mesi. Non costituisce causa ostativa alla presentazione della domanda di servizio civile nazionale l’aver già svolto il servizio civile nell’ambito del programma europeo “Garanzia Giovani” e nell’ambito del progetto sperimentale europeo IVO4ALL o aver interrotto il servizio civile nazionale a conclusione di un procedimento sanzionatorio a carico dell’ente originato da segnalazione dei volontari.

Presentazione delle domande

La domanda di partecipazione, indirizzata direttamente all’ente che realizza il progetto prescelto, deve pervenire allo stesso entro e non oltre le ore 14.00 del 26 giugno 2017. Le domande pervenute oltre il termine stabilito non saranno prese in considerazione. La domanda, firmata dal richiedente, deve essere:

– redatta secondo il modello riportato nell’Allegato 2 al presente bando, attenendosi scrupolosamente alle istruzioni riportate in calce al modello stesso e avendo cura di indicare la sede per la quale si intende concorrere; – accompagnata da fotocopia di valido documento di identità personale;

– corredata dalla scheda di cui all’Allegato 3, contenente i dati relativi ai titoli.

Le domande possono essere presentate esclusivamente secondo le seguenti modalità:

1) con Posta Elettronica Certificata (PEC) – art. 16-bis, comma 5 della legge 28 gennaio 2009, n. 2 – di cui è titolare l’interessato, avendo cura di allegare tutta la documentazione richiesta in formato pdf;

2) a mezzo “raccomandata A/R”; 3) consegnate a mano. È possibile presentare una sola domanda di partecipazione per un unico progetto di servizio civile nazionale, da scegliere tra i progetti inseriti nel presente bando e tra quelli inseriti nei bandi regionali e delle Province autonome contestualmente pubblicati. La presentazione di più domande comporta l’esclusione dalla partecipazione a tutti i progetti inseriti nei bandi innanzi citati, indipendentemente dalla circostanza che non si partecipi alle selezioni. La mancata indicazione della sede per la quale si intende concorrere non è motivo di esclusione. È cura dell’ente provvedere a far integrare la domanda con l’indicazione della sede, ove necessario. La mancata sottoscrizione e/o la presentazione della domanda fuori termine è causa di esclusione dalla selezione. E’ sanabile da parte dell’ente destinatario della domanda il mancato invio della fotocopia del documento di identità, ovvero la presentazione di una fotocopia di un documento di identità scaduto.

Le Bollicine selezionano 6 giovani volontari Servizio Civile Nazionale

Siena, 29/05/2017

logoSNC

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO

 

TITOLO DEL PROGETTO:

“Insieme per l’autonomia: percorsi educativi finalizzati alla vita indipendente delle persone diversamente abili.”

 

SETTORE e Area di Intervento:

A 06

 

 

OBIETTIVI DEL PROGETTO

Il Progetto “Insieme per l’autonomia: percorsi educativi finalizzati alla vita indipendente delle persone diversamente abili.”  è rivolto  alle persone diversamente abili e alle loro famiglie, residenti nei Comuni  della Provincia di Siena e dell’Alta Val d’Elsa .

In attuazione a quanto sancito dall’art.19 della Convenzione delle Nazioni Unite, sui diritti delle persone con disabilità, si pone l’obiettivo di mettere in atto misure efficaci ed adeguate al fine di facilitare il pieno godimento, da parte loro, di tale diritto e la loro piena integrazione e partecipazione nella società.

La finalità è favorire la massima espressione delle autonomie personali e sociali delle persone diversamente abili. Lo scopo è di creare opportunità per prevenire l’isolamento e sostenere le famiglie nel percorso di crescita personale dei figli.

L’obiettivo è il coinvolgimento diretto dei genitori nel progetto, perché il “Dopo di Noi” si costruisce “Durante il Noi”: qualunque proposta, che abbia la finalità dell’aumento delle autonomie della persona, si inserisce infatti in un continuo progettuale che coinvolge, con gradualità, tutte le figure di riferimento di ognuno.

Attraverso lo  sport e le esperienze di vita autonoma si creano occasioni per migliorare e acquisire maggiori competenze nelle Aree delle relazioni, della  comunicazione, cognitiva e Psico-motoria.

Il progetto, inoltre, consiste nell’attivazione e nello sviluppo di reti di collaborazioni con le associazioni di volontariato, le istituzioni, il mondo sportivo, al fine di progettare e realizzare, partendo dalle risorse presenti nelle realtà locali, iniziative di inclusione e integrazione delle persone disabili.

Attraverso l’inserimento dei nuovi volontari si cercherà di favorire lo sviluppo di progetti integrati con il mondo sportivo cittadino e di dare una risposta alla situazione  di grave incertezza che le famiglie delle persone con handicap vivono a causa della contrazione dei servizi istituzionali. Considerando la grave crisi economica e la diminuzione dei servizi offerti dalle istituzioni, l’obiettivo è di garantire la partecipazione delle persone residenti nei centri più isolati e/o in situazioni di marginalità sociale, offrendo i servizi di trasporti e facilitando l’inserimento di nuovi utenti nelle attività sportive e nei progetti di autonomia.  In particolare l’approvazione del progetto permetterà l’organizzazione di specifiche attività sportive integrate nelle seguenti discipline: ginnastica , calcio ed equitazione.  Per quanto riguarda il percorso di autonomia sono organizzate delle attività laboratoriali  (cucina, laboratorio relazioni e affettività, orientamento nel territorio) e delle esperienze di residenzialità per preparare Durante Noi al Dopo di NOI.

Il progetto tende a conseguire il miglioramento della qualità della vita, attraverso il recupero di abilità psico-fisiche, garantendo uno stile di vita più sano ed equilibrato. Per i giovani volontari, l’entrare in contatto con la persona disabile e le famiglie, può costituire l’occasione per un rinforzo dell’immagine di sé, per la costruzione di un futuro sulla base dell’interiorizzazione dell’esperienza e della partecipazione emotiva in cui saranno coinvolti durante il Servizio. Il vivere la globalità dell’esperienza ha l’obiettivo di stimolare i giovani nell’essere parte integrante delle proposte educative, stimolandoli nel valorizzare i loro interessi e le competenze individuali.  Ciò costituisce un valore aggiunto, anche per gli utenti che avranno opportunità di creare relazioni e interfacciarsi con personalità ricche e diverse.

Gli obiettivi specifici del progetto sono i seguenti:

Il progetto intende promuovere occasioni di integrazione attraverso  la realizzazione dei percorsi di autonomia come opportunità per favorire la massima espressione delle  potenzialità personali e sociali.

 

ATTIVITÁ D’IMPIEGO DEI VOLONTARI

Il Progetto prevede l’impiego di n. 6 volontari del Servizio Civile  nell’organizzazione e nella realizzazione delle attività educative sportive  e sociali promosse in favore dei disabili soci dell’Associazione. Si prevede la rotazione dei volontari, assegnati alle singole sedi, con funzione di collaborazione e affiancamento e supporto,  agli operatori e volontari più esperti nella realizzazione degli interventi.

In particolare è previsto:

  • Introduzione e ambientazione nell’associazione a cura dell’OP della sede di assegnazione, anche tramite l’organizzazione di una “festa di accoglienza” dei Volontari.
  • Elaborazione di linee guida sull’articolazione delle attività e organigramma delle figure di riferimento dei vari ambiti, cosi da consentire ai ragazzi di avere sempre delle figure di riferimento e facilitare l’introduzione iniziale.
  • Iniziale osservazione e conoscenza dei progetti, degli operatori e dei volontari, degli utenti dell’Associazione (sarà delineato un profilo di ogni utente e date informazioni sui progetti educativi individualizzati) realizzato dal responsabile servizio civile e olp, affiancamento dei volontari più esperti nei servizi di guida e accompagnamento utenti.
  • Osservazione iniziale delle attività sportive svolte dagli utenti, in affiancamento dei volontari anziani.
  • Collaborazione con gli Istruttori Sportivi e con i Tecnici di Riabilitazione Equestre durante i momenti di accoglienza, corsi ginnastica, calcio, nuoto ed equitazione, facilitando la partecipazione delle persone in difficoltà;
  • Affiancamento degli operatori nelle sedute di riabilitazione equestre, nella preparazione dei cavalli e nella predisposizione dei materiali in maneggio.
  • Collaborazione nelle attività di Riabilitazione Equestre, mediante la gestione  dell’accoglienza degli utenti e delle famiglie.
  • Partecipazione alle attività di informazione delle attività.
  • Partecipazione alla realizzazione delle attività di video e fotografiche quali modalità di documentazione delle attività svolte.
  • Affiancamento per gli utenti con buona autonomia nella gestione e cura dei cavalli e degli ambienti del maneggio (lavori di manutenzione, cura del verde e pulizia).
  • Partecipazione e collaborazione nelle attività di programmazione e organizzazione, comunicazione alle famiglie di tutte le iniziative;
  • Partecipazione alla gestione del Progetti di autonomia mediante attività laboratoriali con cadenza bisettimanale (corso cucina, attività orientamento nel territorio, gruppi di ascolto)
  • Partecipazione alla gestione dei percorsi di residenzialità con affiancamento dei ragazzi nelle attività quotidiane nella casa.
  • Supporto durante i progetti di autonomia con interventi personalizzati per raggiungere con mezzi pubblici sedi lavoro, scuola ecc.
  • Aggiornamento del sito web con le iniziative in atto.
  • Affiancamento degli operatori nelle attività organizzative e  gestione banche dati   presso la sede istituzionale.
  • Collaborazione nell’archiviazione materiale fotografico e documenti nella baca dati associazione.
  • Partecipazione all’organizzazione degli eventi sportivi, e di altre iniziative promosse in integrazione con il territorio (giornate con le scuole, associazioni di volontariato, ecc);
  • Collaborazione con i volontari e con i familiari, nell’organizzazione delle attività sociali e ricreative (gite, uscite, feste, soggiorni estivi);
  • Organizzazione di attività sportive ed educative integrate come Campi Solari.
  • Servizi di accompagnamento e trasporto con i mezzi dell’Associazione.

 

 

CRITERI DI SELEZIONE

Colloquio preliminare per valutare l’attitudine dei candidati al progetto e l’effettiva disponibilità ad entrare in contatto con situazioni di disagio. Consulenza di uno psicologo per la valutazione delle aspettative, equilibrio emotivo.  Saranno valutate positivamente le esperienze già svolte nel volontariato e/o esperienze di studio in ambito pedagogico o educativo assistenziale. L’Ente si avvarrà comunque dei criteri elaborati dall’Ufficio, definiti e approvati con la determinazione del Direttore Generale del 30 Maggio 2002. Titolo preferenziale patente guida, Categoria B.

 

 

 

CONDIZIONI DI SERVIZIO ED ASPETTI ORGANIZZATIVI:

  1. ore settimanali dei volontari: 30- monte ore annuo: 1400

 

giorni di servizio:6

 

eventuali particolari obblighi dei volontari durante il periodo di servizio: Condivisione delle finalità e scopi dell’Associazione

Disponibilità a missioni sul territorio con mezzi dell’Ente, flessibilità oraria con possibilità di svolgimento dei servizi nei giorni festivi. Monte ore settimanale minimo di 25 ore;

 

Eventuali requisiti richiesti ai canditati per la partecipazione al progetto oltre quelli richiesti dalla legge 6 marzo 2001, n. 64:

Diploma di Scuola media Superiore, patente guida categoria B, conoscenza elementare personal computer

 

 

SEDI DI SVOLGIMENTO e POSTI DISPONIBILI:

  1. ro volontari da impiegare nel progetto: 6

n.ro posti con vitto ed alloggio: 0

n.ro di posti senza vitto ed alloggio:6

n.ro di posti con solo vitto: 0

 

Sedi di attuazione del porgetto:

via Franciosa, 57-53100 Siena

Centro Tosca delle Bollicine, loc. Agresto- San Rocco a Pilli- Sovicille (SI)

 

 

CARATTERISTICHE CONOSCENZE ACQUISIBILI:

  • Corso livello base 1° soccorso secondo L.R. Toscana 25/2001
  • Crediti Formativi per attività formative prestate nel corso del Servizio Civile, rilevante per il curriculum di studio presso L’Università degli Studi di Siena;

 

  • Il Tirocinio effettuato presso il Centro Equestre dell’Ente è riconosciuto dall’Associazione Nazionale Riabilitazione Equestre (ANIRE) per i Corsi in ambito della Riabilitazione Equestre per Terapisti della Riabilitazione Area sanitaria, per Operatori Sportivi Area Ludico-sportiva, per l’area Psico-pedagogica.
  • Verrà rilasciato dalla P.A. di Siena l’attestato del Corso di livello base per il Primo Soccorso e un’attestazione certificante il corso per il settore sociale.
  • Università “La Sapienza di Roma”- Facoltà di Psicologia 1- Riconoscimento di tirocini per attività psicologiche aree:

o          psicologia generale;

o          psicologia clinica;

o          psicologia sociale;

o          psicologia dello sviluppo.

o          Università “La Sapienza” di Roma – Facoltà di Psicologia 2. Riconoscimento di tirocini per attività psicologiche aree:

o          psicologia generale;

o          psicologia clinica;

o          psicologia sociale;

o          psicologia dello sviluppo.

  • Università degli studi di Firenze – Riconoscimento tirocini al fine di agevolare le scelte professionali mediante la conoscenza diretta del mondo del lavoro e realizzare momenti di alternanza tra studio e lavoro nell’ambito dei processi formativi.

Università degli Studi di Siena – Riconoscimento di tirocini al fine di agevolare le scelte professionali mediante la conoscenza diretta del mondo del lavoro e realizzare momenti di alternanza tra studio e lavoro nell’ambito dei processi formativi.

 

I volontari potranno acquisire competenza e professionalità nell’ambito dei servizi educativi e ludico motori con particolare riferimento ai minori ed ai disabili. L’esperienza consentirà al giovane di seguire un percorso formativo che possa dargli l’opportunità di riconoscere le proprie attitudini, anche in funzione di un eventuale futuro professionale. Verrà inoltre rilasciato un’attestazione per tutti i Corsi di formazione frequentati ed un’ attestazione sul servizio svolto dall’Associazione.

L’esperienza di servizio civile è riconosciuta come tirocinio per il corso ANIRE (Associazione Nazionale Riabilitazione Equestre) addetti alla terapia con il mezzo del cavallo, area psico-pedagogica, area fisioterapisti. L’Università di Firenze, facoltà di Scienze della Formazione e l’Università degli Studi di Siena, facoltà di Scienze dell’educazione, sez. distaccata di Arezzo, riconoscono il Servizio civile nel piano di studi come tirocinio previsto. L’Università degli studi di Roma “La Sapienza”, facoltà di Psicologia riconosce il Servizio civile come tirocinio. L’Università degli studi di Siena riconosce crediti formativi agli studenti che il svolgono il servizio civile.

Durante il servizio civile saranno acquisite competenze ed esperienze nella gestione ed organizzazione di attività sperimentali legate alla vita indipendente mediante percorsi di autonomia e residenzialità.

Verrà, infine, rilasciato un attestato di soccorritore di 1° livello secondo L.R. Toscana 25/2001.

Corso di Formazione “Un cavallo per amico: Corso introduttivo alla Riabilitazione equestre. Attestato di partecipazione rilasciato dall’Ente. Le competenze riguardano:

  1. Approfondimento di tecniche educative e pedagogiche inerenti l’uso del cavallo a fini educativi
  2. nozioni di etologia
  3. tecniche di comunicazione.

Corso di Formazione “Essere volontari nei percorsi di autonomia delle persone diversamente abili” con attestato di partecipazione rilasciato dall’Ente:

 

Corso livello base 1° soccorso secondo L.R. Toscana 25/2001. Saranno acquisite nozioni di primo soccorso e corretto utilizzo del sistema di allerta sanitario:

  • Iscrizione agli appositi registri per soccorritori presso l’Organismo Federativo depositati alla Regione Toscana con validità biennale;
  • Certificazione conoscenze generali di prevenzione antinfortunistica negli interventi di pronto soccorso;

Corso di formazione: “L’accoglienza e la relazione nella disabilità percorsi di Autonomia”

 

Verrà rilasciata, dall’ Associazione Bollicine, un’attestazione certificante la partecipazione al progetto di Servizio Civile

 

FORMAZIONE SPECIFICA DEI VOLONTARI:

UNITA’ DIDATTICA 1

“Disabilità intellettiva”

 

UNITA’ DIDATTICA 2

La relazione e l’accoglienza della persona diversamente abile

 

UNITA DIDATTICA 3

“Un Cavallo per Amico “

 

UNITA’ DIDATTICA 4

Corso livello base 1° soccorso secondo L. R. Toscana 25/2001

 

UNITA’ DIDATTICA 5

“Formazione e informazione sui rischi connessi all’impiego dei volontari in progetti di servizio civile”

 

DISABILITA’ INTELLETTIVA (25 ore)

La relazione e l’accoglienza della persona diversamente abile (8 ore)

“Un Cavallo per Amico” (32 ore)

Corso livello base 1° soccorso secondo L.R. Toscana 25/2001 (20 ore)

“Formazione e informazione sui rischi connessi all’impiego dei volontari in progetti di servizio civile” (5 ore)

 

Durata complessiva della formazione specifica: 90 ore